Cracker proteici di Avena

 

Ultimamente mi sono cimentata nell’elaborazione di una ricetta per dei cracker che avessero un alto contenuto proteico e che fossero senza lievito e senza farine raffinate.
Solitamente non consumo carboidrati provenienti da cereali e farine e riservo la consumazione di amidi, sempre in piccoli quantitativi, dopo l’allenamento. Ci sono tanti motivi per cui le farine raffinate e i cereali non sono buoni per voi come fonte primaria di carboidrati e, come ho già detto altre volte, dovremmo utilizzare a questo scopo sopratutto verdura e, in quantità minore, sempre secondo la tolleranza individuale, frutta. C’è però un cereale che si distingue tra altri per le sue proprietà e caratteristiche (fra le altre, quella di avere un basso indice glicemico ed un alto contenuto proteico) e che, sopratutto se state cercando di eliminare le altre farine, potete iniziare ad utilizzare in sostituzione di queste.
Non mi dilungherò in questo articolo sulle proprietà e i mille utilizzi dell’avena ma voglio condividere con voi questa ricetta estremamente semplice che l’unica controindicazione di creare una certa dipendenza.
Questi cracker infatti, nonostante contengano solo 3 ingredienti (gli altri sono opzionali) sono croccanti, leggeri, molto digeribili e ben bilanciati da un punto di vista dei valori nutrizionali.
Ecco qui quello che vi serve:

Fiocchi d’avena 60gr
Crusca d’avena 50gr
Proteine del pisello 50gr
Opzionali:
Semi di girasole 30gr
Semi di sesamo 30/50gr
Sale
Rosmarino

Vi servirà poi una teglia che sia all’incirca 38×38 e della carta forno.

Il procedimento è molto semplice: mischiate gli ingredienti (tranne i semi di sesamo, se li utilizzate, a me piace aggiungerli in superficie alla fine) prima a secco, infine aggiungete circa 230ml di acqua.

Mescolate bene con un cucchiaio in modo che il composto sia uniforme e l’acqua si assorba bene.

A questo punto potete spostare la pasta nella teglia che avrete precedentemente ricoperto con la carta forno.
Per stenderla, visto che è un pochino collosa e non vogliamo utilizzare farine, prenderemo un altro foglio di carta forno che metteremo sopra l’impasto e con le mani o con un qualsiasi oggetto di forma piatta, provvederemo a distribuirlo uniformemente su tutta la superficie.

Lo strato dev’essere sottile (il mio occupa tutta la teglia).


 

 

 

 

 

Se volete, a questo punto, potete aggiungere i semi di sesamo o altri semi di girasole e rosmarino in superficie.

Siamo pronti per infornare! Regolate la temperatura a circa 130° (dipende anche dal tipo di forno che avete) e lasciate circa 20/30 minuti. Io mi regolo molto in base all’aspetto, che dev’essere dorato e asciutto.

L’impasto una volta steso può essere tagliato precedentemente in quadratini o potete spezzarlo dopo la cottura, sarà molto semplice.

Secondo il quantitativo di acqua rimasto nel prodotto finale, i valori nutrizionali potranno variare leggermente. Per questo vi darò dei valori di riferimento per 100gr (nella versione anche con i semi di girasole).

Kcal 380
Carb 42
Prot 35
Grassi 13

*per quel che riguarda le proteine del pisello, io ho utilizzato le NOW, senza aromi. Potete ordinarle in qualsiasi fornitore di integratori per lo sport.

 

Add a comment